Volotea inaugura base a Bari e aggiunge 5 rotte: Tolosa, Dubrovnik, Comiso, Bilbao, Malaga.

Volotea svela la sua ottava base italiana durante una conferenza stampa: Bari diventa la ventunesima a livello europeo

Volotea ha ufficializzato la sua ottava base italiana, che troverà sede a Bari, diventando la ventunesima in Europa. Durante una conferenza stampa partecipata da figure chiave come Valeria Rebasti, International Market Director di Volotea, e Antonio Maria Vasile, presidente di Aeroporti di Puglia, la compagnia ha presentato ambiziosi piani per il 2024.

Con un aumento del 38% della capacità e l’introduzione di un Airbus A320, Volotea ha annunciato l’apertura di 5 nuove rotte da Bari. Dal 4 luglio, i passeggeri potranno godere di collegamenti bisettimanali per Tolosa, con una disponibilità complessiva di 6.480 posti, e di tre frequenze settimanali per Dubrovnik, con oltre 9.000 posti in vendita.

A partire dal 5 luglio, saranno attive le rotte verso Comiso e Bilbao, ciascuna con due frequenze settimanali e più di 6.000 posti disponibili. Infine, dal 6 luglio, Malaga sarà raggiungibile con frequenza bisettimanale e 6.120 posti in vendita. Ulteriori tre nuove rotte saranno annunciate nelle prossime settimane, ampliando ulteriormente l’offerta pugliese.

Valeria Rebasti ha commentato: “L’apertura della base estiva a Bari sottolinea la crescita di Volotea in Italia. Questo importante traguardo e le nuove rotte ci consentono di consolidare la connettività del territorio, offrendo un totale di 18 destinazioni verso 5 Paesi diversi, tra cui Croazia e Spagna, novità assolute per l’estate 2024 a Bari.”

Il presidente di Aeroporti di Puglia, Antonio Maria Vasile, ha elogiato l’annuncio, affermando che collegare Bari a 18 destinazioni, di cui 8 completamente nuove, è un’ottima notizia per la regione. Ha sottolineato inoltre che l’apertura della base a Bari favorirà la diversificazione dell’offerta delle compagnie, promuovendo la competitività e la concorrenza a vantaggio dei consumatori, in linea con il piano strategico della regione.