Lo sviluppo e l’evoluzione della mobilità dolce in Puglia

La Città Metropolitana di Bari e numerosi Comuni della Regione Puglia stanno attuando concretamente e tempestivamente interventi per lo sviluppo delle ciclovie urbane.

La Città Metropolitana di Bari e numerosi Comuni della Regione Puglia stanno attuando concretamente e tempestivamente interventi per lo sviluppo delle ciclovie urbane. Le risorse provengono dal Ministero dell’Infrastrutture e dei Trasporti, tramite il DM 344/2020, che ha destinato circa 9 milioni di euro a Città Metropolitane e Comuni con una popolazione superiore a 50.000 abitanti. Inoltre, sono disponibili risorse dal PNRR, misura M2C2–Investimento 4.1 “Rafforzamento mobilità ciclistica”, con un sotto-investimento di circa 15 milioni di euro. Quest’ultimo è destinato alle città che ospitano le principali università, da collegare a nodi ferroviari o metropolitani.

Tutte le Amministrazioni coinvolte hanno avviato lavori per la realizzazione di ciclostazioni e interventi volti a garantire la sicurezza della circolazione ciclistica urbana. Sono previsti anche interventi per l’ampliamento della rete ciclabile e la creazione di nuove corsie ciclabili. Queste iniziative sono coerenti con gli aspetti urbani degli strumenti di programmazione regionale, dei Piani Urbani per la mobilità sostenibile (PUMS) e dei Piani Urbani della mobilità ciclistica “Biciplan”.

L’assessore ai Trasporti e alla Mobilità sostenibile, Anita Maurodinoia, ha sottolineato l’importanza della mobilità ciclistica e del cicloturismo per la Regione Puglia. Ha evidenziato che la Regione ha promosso numerosi interventi volti ad ampliare e potenziare la circolazione ciclistica, considerando anche la valorizzazione paesaggistica e la promozione turistica. Ha inoltre menzionato il Piano Regionale della Mobilità Ciclistica (PRMC), strumento che mira allo sviluppo pianificato della mobilità ciclistica in Puglia.

Per sostenere ulteriormente il settore, la Regione Puglia ha stanziato risorse significative sul PNRR, con un investimento di circa 51 milioni di euro per le “Ciclovie turistiche”. Inoltre, a valere sul PR FESR PUGLIA 21/27 Asse 3 “Mobilità Urbana Sostenibile”, sono destinati circa 18 milioni di euro per l’azione 3.1.1 “Promuovere le infrastrutture ed i servizi di mobilità dolce ciclopedonale a scala urbana e suburbana”.