Latiano. Giovane oritano commette una serie di rapine ma viene intercettato dai Carabinieri e tratto in arresto.

Arrestato in flagranza di reato un 26enne di Oria, per rapina, porto di armi od oggetti atti a offendere e false dichiarazioni sull’identità.

I Carabinieri della Stazione di Latiano, con l’ausilio dei colleghi del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di San Vito dei Normanni, hanno arrestato in flagranza di reato un 26enne, abitante in Oria, per rapina, porto di armi od oggetti atti a offendere e false dichiarazioni sull’identità.

In particolare, i Carabinieri, nella mattinata del 27 marzo u.s., sono intervenuti presso un’attività d’impresa del luogo dove era stata da poco consumata una rapina ad opera di un giovane armato di coltello. Le immediate ricerche dei militari operanti hanno consentito di intercettare, a poca distanza, l’autore del delitto il quale, durante il controllo, è stato trovato in possesso di un coltello e della refurtiva. Gli ulteriori accertamenti dei Carabinieri hanno permesso di appurare che il giovane oritano, nella medesima mattinata, aveva già commesso un analogo delitto e aveva tentato di portarne a termine un altro ai danni di ulteriori due esercizi commerciali del posto. L’uomo, che ha anche fornito generalità false ai Carabinieri, è stato puntualmente identificato e, alla conclusione delle formalità di rito, è stato accompagnato presso la Casa Circondariale di Brindisi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. L’operazione rientra nelle attività di contrasto alla criminalità predatoria che il Comando Provinciale dei Carabinieri di Brindisi sta svolgendo in tutta la provincia.