G7 a Borgo Egnazia: 18 milioni di euro per infrastrutture e rete stradale statale

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, la Regione sostiene la linea adottata dal governo riguardo i lavori previsti per il G7

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha dichiarato che la Regione sostiene la linea adottata dal governo riguardo ai lavori previsti in vista del G7, programmato a Borgo Egnazia a Fasano dal 13 al 15 giugno prossimi. Durante un’audizione in commissione ambiente alla Camera dei deputati, nel contesto dell’esame del disegno di legge di conversione del decreto del 19 gennaio 2024, n. 5, per la realizzazione degli interventi infrastrutturali connessi con la presidenza italiana del G7, Emiliano ha evidenziato la condivisione della Regione Puglia rispetto alle decisioni governative.

“La Regione Puglia condivide sostanzialmente la linea scelta dal governo, evidente anche nel provvedimento in esame. Gli aspetti concreti trattati riguardano principalmente la sicurezza, con interventi previsti sia negli aeroporti di Bari, Brindisi e Grottaglie, sia in altre aree interne concordate come responsabilità della Regione Puglia”, ha affermato Emiliano.

Il presidente ha precisato che la Regione Puglia investirà 1,5 milioni di euro, soprattutto tramite Aeroporti di Puglia, una società controllata dalla Regione stessa. Altri lavori, per un importo di 10 milioni, saranno finanziati dallo Stato. Emiliano ha sottolineato che la nomina del commissario straordinario, Fulvio Maria Soccodato, non presenta problemi, e le procedure negoziate senza pubblicazione sono considerate adeguate per accelerare i lavori.

“Complessivamente, i finanziamenti ammontano a 18 milioni di euro, di cui 10,5 milioni per la rete stradale statale e 7,5 milioni per altre infrastrutture. Esprimo un parere sostanzialmente positivo su questa iniziativa”, ha concluso Emiliano.