Festività Pasquali sicure a Brindisi. Si intensificano i controlli dei Carabinieri.

Il Comando Provinciale Carabinieri di Brindisi ha effettuato una vasta operazione preventiva nel corso delle giornate di Pasqua e Pasquetta

Nell’ambito del potenziamento dei servizi di controllo del territorio disposto per il periodo pasquale, il Comando Provinciale Carabinieri di Brindisi ha effettuato una vasta operazione preventiva nel corso delle giornate di Pasqua e Pasquetta a testimoniare il senso di vicinanza dell’Istituzione ai cittadini. I controlli si sono concentrati presso le più note località turistiche, nonché lungo le arterie in prossimità dei principali locali di intrattenimento e luoghi di ritrovo. Tramite una fitta rete di posti di controllo i Carabinieri hanno monitorato l’afflusso e il deflusso di avventori e turisti, verificando inoltre il rispetto delle norme che disciplinano la circolazione stradale, contribuendo in modo fattivo al tranquillo svolgimento delle giornate festive.

Nel corso dei servizi:

–       è stato tratto in arresto un 44enne, già sottoposto alla detenzione domiciliare in Carovigno, a seguito dell’Ordine di esecuzione per la detenzione domiciliare, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale – Ufficio Esecuzioni Penali di Brindisi, dovendo scontare la pena di 10 mesi e 8 giorni di reclusione, perché riconosciuto colpevole di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini dello spaccio e di abusivismo edilizio commessi in Carovigno da febbraio a giugno 2017. Dopo le formalità di rito, l’uomo è stato riaccompagnato presso la sua abitazione dove permarrà in regime di detenzione domiciliare;

–       sono state denunciate in stato di libertà:

·      una persona perché è evasa dagli arresti domiciliari;

·      una persona perché si è posta alla guida di un’autovettura nonostante fosse sprovvista della patente guida, in quanto mai conseguita, avendo reiterato la violazione nel biennio;

·      una persona per aver violato gli obblighi derivanti dalla custodia di un veicolo sottoposto a sequestro e a questi consegnato in affidamento giudiziario/amministrativo;

·      una persona sottoposta alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza, per aver violato le relative prescrizioni essendosi allontanato dal Comune nel quale aveva l’obbligo di dimora, privo di autorizzazione dell’Autorità Giudiziaria;

·      tre persone per violazione delle norme in materia di salute e di sicurezza sul lavoro.

Inoltre, sono state eseguite numerose perquisizioni personali, veicolari e domiciliari, 75 controlli a soggetti sottoposti alle misure di sicurezza e prevenzione, identificate 139 persone e controllati 81 veicoli, 16 gli esercizi pubblici controllati. Inoltre, sono state elevate numerose contravvenzioni al codice della strada.