Brindisi. Al Verdi “Perfetti sconosciuti”: dal cinema al teatro

Appuntamento martedì 6 febbraio al Nuovo Teatro Verdi di Brindisi con la trasposizione in pièce teatrale del celebre film campione d'incassi nel 2016 di Paolo Genovese, al suo debutto come regista teatrale. In scena un super cast.

La celebre battuta retorica “Anche se fosse, che fai, glielo dici?” è diventata emblematica di “Perfetti sconosciuti”, la commedia drammatica di Paolo Genovese. Dopo il successo del film del 2016, con ben 25 remake, l’opera approda al Nuovo Teatro Verdi di Brindisi il 6 febbraio alle ore 20.30. I biglietti sono disponibili online su rebrand.ly/PerfettiSconosciuti e presso il botteghino del Verdi, aperto dal lunedì al venerdì, dalle 11:00 alle 13:00 e dalle 16:30 alle 18:30. Per ulteriori informazioni, è possibile contattare il numero 0831 562 554 o scrivere a botteghino@nuovoteatroverdi.com.

Il testo teatrale mantiene fedelmente la sceneggiatura originale, trasformando la storia in una brillante commedia che esplora l’amicizia, l’amore e il tradimento tra tre coppie di amici. La trama si sviluppa durante una cena in cui i protagonisti decidono di giocare a “verità o conseguenza”, rivelando i loro segreti più intimi attraverso i cellulari posizionati sul tavolo. Questo gioco mette a nudo tradimenti, bugie, pregiudizi e sogni infranti, rivelando la complessità delle relazioni umane.

Il regista Paolo Genovese guida un cast completamente rinnovato, offrendo una prospettiva teatrale sulla storia che continua a far ridere e riflettere sulle debolezze umane. Lo spettacolo trasforma il film in un’esperienza teatrale coinvolgente, permettendo al pubblico di interagire vis à vis con i personaggi. La trama, che affronta temi come il conflitto e la necessità di imparare a lasciarsi andare, si svolge in uno spazio living, con sofà e poltrone allineati, simboleggiando le vite intrecciate dei personaggi.

Il finale, consolatorio e divertente, vede il gruppo di amici scattare un selfie davanti all’eclissi, accompagnato dalla canzone “Perfetti sconosciuti” di Fiorella Mannoia, scritta in collaborazione con il brindisino Bungaro. In definitiva, lo spettacolo offre una varietà di emozioni, dalla commozione alla sorpresa, con la potenza del teatro che trasforma il materiale originale in un’opera completa e coinvolgente.