Bari. 48.732 presenze per il BTM ITALIA unitamente a BUYPUGLIA

Concluse le contrattazioni B2B del BUYPUGLIA con circa 1300 incontri fra i 75 buyers stranieri e le circa 100 aziende

Da 27.000 a 48.732 presenze, BTM ITALIA unitamente a BUYPUGLIA quasi raddoppia i numeri dello scorso anno, dimostrando come l’unione delle forze fra pubblico e privato possano produrre risultati tangibili. Concluse le contrattazioni B2B del BUYPUGLIA con circa 1300 incontri fra i 75 buyers stranieri e le circa 100 aziende, dopo aver visitato la Puglia da nord a sud con sette itinerari in tutte le province. BTM-BUYPUGLIA è stata anche l’occasione con i suoi panel tecnici, per approfondire la conoscenza di un ecosistema, quello del turismo, in continua e dinamica evoluzione.

Questi, in sintesi, i numeri di un evento dai contenuti di grande qualità che oggi, giornata conclusiva della fiera, ha visto la partecipazione del presidente della Regione Puglia Michele Emiliano e in collegamento da Roma della ministra del Turismo Daniela Santanchè.

“Sono felice di constatare la vivacità di questo evento in cui tutti sono al lavoro per rappresentare al meglio la Puglia nel mercato globale del turismo. Quando si vendono pacchetti turistici, si vende l’insieme delle caratteristiche di una regione: i suoi servizi, la sua ospitalità e la sua civiltà – ha detto Michele Emiliano, presidente della Regione Puglia – . Per questo, ci tengo a ribadire che il turismo non è materia per soli operatori turistici, ma interessa tutti i pugliesi, che devono fare in modo che le persone che ospitiamo si sentano accolte, soddisfatte e decidano di tornare. Quello pugliese, infatti, non è un turismo occasionale, bensì un turismo che si nutre di ritorni: da noi, la gente è interessata a tornare non per vedere un grande monumento, ma per godere del benessere e della qualità della vita. Affinché questo continui ad avvenire, bisogna essere bravi a stabilire rapporti significativi con le persone, riuscendo a trasmettere anche l’idea che in Puglia non c’è solo turismo, ma anche altre possibilità di vita, di studio, di investimento. Abbiamo bisogno di far comprendere al mondo che l’ospitalità pugliese riguarda tutti i settori. Questo, peraltro, è l’obiettivo della strategia #mareAsinistra. Questa manifestazione sta crescendo in maniera esponenziale. I numeri sono più alti di quelli dell’anno scorso e, anche grazie al lavoro della stampa, stiamo registrando l’interesse e la concentrazione con la quale tutti gli operatori stanno lavorando”.

“Al governo chiediamo di assecondare il grande successo turistico della Puglia. La ministra Santanchè è sempre stata molto vicina alla nostra regione e, anche in occasione della Bit di Milano, ha parlato in maniera positiva della nostra terra – ha proseguito il presidente Emiliano – . Questo mi fa piacere. Del resto, i numeri parlano chiaro e sarebbe difficile dire il contrario. Naturalmente bisogna sempre lavorare per migliorarsi, ma credo che la sfida principale per il nostro Paese sia dimostrare di avere la capacità di presentarsi al mondo come un Paese civile, accogliente ed eguale dove non ci sono discriminazioni di nessun tipo. Questo, evidentemente, ha anche un impatto positivo anche sulle relazioni economiche e commerciali. La Puglia ha successo non solo perché è bella, come molti altri luoghi d’Italia, ma perché è un luogo nel quale chiunque si sente a casa e si sente libero di esercitare la propria identità e la propria libertà”.

“Siamo molto soddisfatti per questa seconda edizione di BTM Italia insieme a BUYPUGLIA. Un evento che sta diventando davvero un punto di riferimento importante per il sistema fieristico del turismo – ha sottolineato l’assessore al Turismo Regione Puglia Gianfranco Lopane – e che ha portato numeri altrettanto significativi. Con 48.732 presenze in fiera nella tre giorni con attività che hanno messo in evidenza contenuti su cui continueremo a lavorare come Regione Puglia: dai trasporti ai dati, dalle nuove tecnologie alla formazione. Questa mattina, abbiamo sottoscritto una convenzione con il Politecnico di Bari per progettualità da condividere in materia turistica. Abbiamo inoltre presentato le proposte turistiche e culturali di molte destinazioni interne e, ancora, centrale è stata la discussione rispetto ad alcuni prodotti turistici di punta come il mare, il wedding e la nostra enogastronomia. Un’edizione ancora più ricca per il BuyPuglia, con incontri commerciali fra circa 100 operatori pugliesi e 75 buyer internazionali che sono arrivati nella nostra destinazione immergendosi in sette itinerari esperienziali ed hanno sviluppato oltre 1.300 appuntamenti B2B. Quest’anno, per la prima volta, le realtà del turismo pugliese hanno incontrato le start-up, i nostri giovani, quindi la Puglia che incontra la Puglia e riparte da qui, da BuyPuglia e BTM”.

“Gli obiettivi raggiunti in questa edizione della BTM sono la dimostrazione che il lavoro sinergico avviato in questi anni comincia a produrre risultati importanti – ha commentato Sebastiano Leo, assessore alla Formazione della Regione Puglia – . Continuiamo a puntare sulla formazione delle persone sin dalle fasce più giovani perché il loro bagaglio di conoscenze li renda persone prima e lavoratori poi, liberi e consapevoli. I risultati si vedono già in un turismo che in Puglia non punta più solo sulla quantità ma sulla qualità. Un turismo che si differenzia per servizi e risposte che i territori con gli operatori riescono a dare. Ed è proprio in funzione di questo obiettivo che abbiamo presentato la nuova proposta di un Protocollo per un sistema integrato tra formazione/lavoro e sistema pubblico/privato impegnato sulla accoglienza turistica dei territori. Un progetto che mette al centro l’incrocio tra esigenze dei viaggiatori e quelle delle comunità locali, qualità dei servizi con il rispetto delle realtà accoglienti e che abbia alla base sempre la formazione e lo studio”.

“Ormai turismo e trasporti camminano insieme, è un binomio inscindibile che ci porta a lavorare insieme anche per quanto riguarda la programmazione – ha detto l’assessore ai Trasporti e alla Mobilità Sostenibile della Regione Puglia Anita Maurodinoia -. Il mio Assessorato si occupa principalmente di trasporto pubblico locale, per lo più destinato ai pendolari per studio e lavoro, ma grazie alla costruttiva collaborazione con l’Assessorato al Turismo ora può guardare anche al turista che si muove in Puglia. Puglia easy to reach, proprio per volontà dell’assessore Lopane, estende quello che era il servizio Gargano easy to reach a tutto il territorio potenziando i collegamenti stagionali tra gli aeroporti pugliesi e le più rappresentative destinazioni turistiche. Anche con la DGR 1112/2023 il mio Assessorato ha destinato alle Province oltre 5 milioni di euro per il potenziamento dei collegamenti con luoghi pubblici di rilevanza come scuole, ospedali, stazioni e aeroporti. Stiamo investendo nelle infrastrutture ferroviarie, viarie, portuali e aeroportuali per rendere accessibile il territorio e sempre più scuri gli spostamenti. E stiamo rinnovando le flotte su gomma e ferro per far viaggiare comodi e in sicurezza tutti i passeggeri ma anche per presentare bene la nostra regione ai turisti”.

“L’edizione 2024 si chiude con un grande successo che conferma la nostra strategia di far diventare BUYPUGLIA – BTM il terzo polo fieristico italiano. Quindi, continueremo a lavorare in questa direzione”, ha detto Luca Scandale, direttore generale di Pugliapromozione.

“Il bilancio di questa X edizione di BTM ITALIA è ottimo – ha concluso Nevio D’Arpa, CEO& Founder di BTM Italia -, sia in termini di presenze che in termini di partecipazione a tutte le aree tematiche, ai workshop e alle sezioni di BTM. Abbiamo organizzato panel di qualità con relatori eccellenti, grazie al contributo del Comitato Scientifico. C’è stata anche una grandissima partecipazione di numerose aziende. Anche per questa edizione, quella con BUYPUGLIA e con la Regione Puglia si è confermata una proficua collaborazione. Ringrazio loro l’assessorato al Turismo della Regione Puglia e l’Agenzia Pugliapromozione, il ministro del Turismo Daniela Santanchè per il suo intervento, Marina Lalli presidente nazionale Federturismo Confindustria, il segretario generale Alessandro Franco Federterziario e ringrazio l’ENIT, nonché tutti i partner e le aziende che ci hanno sostenuto. Abbiamo colto l’entusiasmo da parte di tutti e questo ci fa capire che la strada intrapresa è quella giusta. Il nostro obiettivo è quello di offrire una visione completa sulle diverse richieste dell’industria turistica e lo facciamo con il massimo impegno e la massima condivisione”.